giovedì 31 dicembre 2015

Una rara foto di Verdi




pubblicata su Facebook, questa fotografia sconosciuta ai più, rappresenta il Compositore  con i suoi cani; un omaggio per gli appassionati di Verdi con gli auguri
              per un fantastico e spumeggiante Anno Nuovo!



 

mercoledì 30 settembre 2015

La sfida è vinta




 Nell'articolo del quotidiano locale La Provincia, che anticipava l'esecuzione del concerto del 25 settembre in Cattedrale, si menzionava la difficoltà che la sinfonia di Beethoven comporta, non ultima la necessità per un Coro non professionistico, di cantare in tedesco il celebre "Inno alla gioia" del finale.

Ebbene alla presenza di un pubblico attento e appassionato, che ha tributato applausi calorosi  all' Orchestra Sinfonica dei Colli Morenici, ai 4 Solisti, al Coro Ponchielli Vertova di Cremona e al Maestro che ha diretto orchestra e Coro Patrizia Bernelich, l'esecuzione è stata premiata e la tenacia e lo studio durato oltre un anno  ancora una volta hanno dato ottimi frutti con grande soddisfazione da parte di tutti.

Il concerto sarà replicato il 24 di ottobre a Piacenza.


 foto Federico Zovadelli




lunedì 31 agosto 2015

La Nona Sinfonia di Beethoven


Il prossimo importante impegno del Coro Ponchielli Vertova che si terrà nella Cattedrale di Cremona alle ore 21.00 del 25 settembre 2015.
 

martedì 7 luglio 2015



Ieri nel primo pomeriggio è arrivata come un fulmine a ciel sereno la terribile notizia dell'incidente mortale occorso al Maestro cremonese Alberto Bruni, sulla strada delle vacanze.

Da anni accompagnava al pianoforte le esibizioni del Coro e con il Direttore  e i Coristi c'era un rapporto di reciproca stima ed affetto.

Insegnante di musica, compositore e apprezzatissimo pianista era stato definito dal critico musicale Luciano Panena "l'uomo orchestra" per la varietà dei suoni che sapeva trarre dalla tastiera.

 

 

martedì 23 giugno 2015

W VERDI



La più grande tela al mondo





C'è tempo fino a venerdì (salvo proroghe) per ammirare il lavoro, durato oltre quattro anni, dell'artista cremonese Virginio Lini. Una tela lunga 53,11 m. dove il Verde è solo interrotto qua è là da particolari colorati come gioielli o fiori e dalle sfere rosse che danno profondità e ritmano gli spazi.

La tela è l'omaggio dell'artista al grande compositore e alle sue doti di umanità, Giuseppe Verdi e rappresenta le 26 opere verdiane in ordine cronologico da Oberto Conte di San Bonifacio a Falstaff.




  




Di ogni opera viene rappresentato un episodio o una scena e i personaggi principali, dipinti rivisitando celebri pittori che vanno dal '500 alla metà del '900; si possono riconoscere citazioni da Raffaello e Caravaggio, Longhi e Hayez, Bosch e Veronese. I volti sono spesso personaggi contemporanei famosi e non come a voler far rilevare che la musica di Verdi appartiene a tutta l'umanità di ogni ceto e di ogni tempo.
 In Rigoletto si riconoscono i due più celebri interpreti Aldo Protti e Leo Nucci, non manca Luciano Pavarotti e tra le dame di Traviata Nicoletta Mantovani; vi sono poi autoritratti dell'artista e dei congiunti compresi i nipotini.






Al termine del percorso ritroviamo il celebre "W VERDI"  che dall'anelito risorgimentale l'Artista  trasforma in auspicio per il terzo millennio e il futuro delle nuove generazioni:
















Auguro a tutti di poter vedere questa grandiosa opera dal titolo "Il dì dell'opera" e per un approfondimento indico qui la pagina Fb.


martedì 19 maggio 2015

Nuovo debutto per il Coro

Orfeo all'Inferno




La celebre opera buffa di Jacques Offenbach verrà rappresentata venerdì 22 e sabato 23 maggio alle ore 21.00 a Piacenza al Teatro Municipale Filodrammatici.
Con la partecipazione della Società Filodrammatica Piacentina Scuola di Perfezionamento Teatrale, il Coro Ponchielli - Vertova di Cremona, il Coro Filarmonico di Piacenza entrambi diretti dal M° Patrizia Bernelich e la Scuola di Ballo All Dance School. La regia è di Lorenzo Loris, la direzione musicale di Patrizia Bernelich.




Jacques Offenbach (1819 - 1880) compose l'opera in 4 atti e 12 quadri la cui prima rappresentazione avvenne a Parigi il 21 ottobre 1858. Solo dopo poche rappresentazioni l'opera divenne un grande successo grazie alla rivisitazione impertinente e comica dell'Olimpo e dei suoi abitanti e del mito di Orfeo che nell'opera è un violinista e di Euridice, casalinga annoiata e infine per il "galop infernale" universalmente noto come "cancan".



sabato 4 aprile 2015

martedì 27 gennaio 2015

la morte di Giuseppe Verdi


27 gennaio 1901


Oggi è l'Anniversario della morte, avvenuta a Milano, del grande compositore; quale migliore modo di ricordarlo dell'esecuzione del brano che segue?